Grazie a Trustpilot, Giglio entra nell’era della riprova sociale sul web

In un mercato sempre più globale e digitale, dove la cura dei dettagli e l’attenzione per il cliente devono cedere spesso il passo alla prepotenza dei numeri, riuscire a coniugare tradizione ed innovazione rappresenta per le aziende una delle maggiori sfide da affrontare.

Giglio, storico marchio nel mondo dell’abbigliamento che prende il nome dalla stessa famiglia che ancora oggi lo conduce, sa bene che per vincere questa sfida ogni giorno non basta semplicemente usare il web come un’ulteriore vetrina espositiva, bensì come spazio di interazione con la propria clientela. Un luogo virtuale, nel quale esperienze, informazioni, idee ed emozioni possono incontrarsi, abbattendo i confini di spazio e tempo, intrecciando legami di fiducia dal sapore antico, ma dall’importanza strategica tutta attuale. È con questa consapevolezza che Giglio ha deciso di affidarsi a Trustpilot, sia per misurare il grado di soddisfazione della propria clientela, sia per massimizzare le proprie prestazioni e-commerce.

Grazie ad un uso strategico della piattaforma e dei servizi offerti da Trustpilot, Giglio ogni giorno dà ai propri clienti la possibilità di confrontarsi pubblicamente con l’azienda per mezzo delle recensioni, ricevendo così importanti feedback che può quindi mostrare all’interno delle email di marketing e negli annunci in SERP. Nelle campagne AdWords, ad esempio, l’azienda ha visto un netto miglioramento della performance, registrando un aumento del tasso di click-through di quasi il 20% negli annunci che includono le stelle di Trustpilot (Google Seller Ratings).

Così facendo, l’azienda riesce ad impiegare in modo sinergico elementi e funzionalità messi a disposizione dalla piattaforma, quali, ad esempio, i widget TrustBox di Trustpilot, per generare fiducia nel proprio brand e per far crescere il proprio e-commerce. Grazie, infatti, al posizionamento del widget TrustBox Horizontal all’interno della pagina del checkout sul proprio sito, Giglio riesce a ricordare ai potenziali acquirenti quanto affidabile sia la propria azienda e, dunque, ad invogliarli a concludere l’acquisto. Con questa implementazione, l’azienda ha registrato un incremento del tasso di conversione di oltre il 7%, come dimostrano i risultati del test A/B condotto sulla pagina del carrello.

Altro widget chiave nella strategia commerciale dell’azienda è il TrustBox Newsletter che Giglio ha integrato all’interno delle proprie azioni di comunicazione. A confermarne l’importanza strategica, sono stati i dati registrati in fase di test A/B, che hanno mostrato un incremento del tasso di click-through di quasi il 10%, in particolare per tutte le email destinate ai clienti potenziali. Per mezzo di questo potente strumento, Giglio riesce dunque a mostrare la propria valutazione in stelle nelle campagne di email marketing e nelle email transazionali, sfruttando così il potere della riprova sociale quando più serve.

Tra le altre funzionalità di Trustpilot che Giglio ha apprezzato maggiormente, la facilità di integrazione con le API occupa certamente i primi posti. Grazie a questa caratteristica, il CRM aziendale – sviluppato internamente dai developer di Giglio e costantemente aggiornato – si interfaccia direttamente con la piattaforma di Trustpilot per mezzo di algoritmi intelligenti, consentendo all’azienda di rimanere quotidianamente connessa con i due sistemi e di ricavare così preziose informazioni provenienti dalle recensioni.

 

“Il nostro modo di utilizzo delle API è semplice quanto utile: ogni giorno leggiamo tutte le nuove recensioni arrivate nell’arco delle ultime 24 ore e le importiamo nel nostro CRM proprietario, agganciandole all’ordine e dunque all’utente. Questo passaggio permette al nostro dipartimento del Customer Care di capire il grado di soddisfazione dei nostri clienti, qualora dovessero ritornare a fare nuovi acquisti.” Ha commentato Fabio Ginestra, Head of Marketing Operations presso Giglio, che ha aggiunto: “Utilizzare Trustpilot è per noi un’opportunità e ci consente di mostrare la qualità del nostro servizio ma, al contempo, anche una sfida per migliorarci costantemente, soprattutto laddove si riscontrano criticità. Non c’è nulla di più prezioso di una recensione – anche negativa – di chi ha scelto di concedere la propria fiducia.” 

 

“Dalla bottega di famiglia alla S.p.A., quella della famiglia Giglio è una storia che affonda le radici nel passato e nella tradizione – ha commentato Claudio Ciccarelli, Country Manager di Trustpilot in Italia – ma è una storia che al contempo consente di guardare al futuro in modo innovativo, con al fianco un partner affidabile come Trustpilot, in grado di fare la differenza in un mondo, come quello del web 2.0, dove la sola presenza non basta più e dove ascoltare i propri clienti e dialogare con loro rappresenta le nuove parole d’ordine.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *